Skip to main content  
        iSeries home   |   Easy400     |   CGIDEV2     |   MMAIL  
Public-Source
 
Introduzione
 
XLSCONVERT
XLSTABLE
 XLSTABLE2
Alcuni programmi CGI
 
Appendici:
JVMSTARTUP
 
 PDF di questo manuale
 
 
 Scarica questo tool
 
 

 
 
XLSTABLE2
Converti un foglio Excel XLS/XLSX in un file db (utilizzando il comando CPYFRMIMPF)
  1. Il comando XLSTABLE2
  2. Fogli contenenti formule
  3. Come migliorare il tracciato record del file fisico

1- Il comando XLSTABLE2

Il comando XLPARSE2/XLSTABLE2 si presenta identico al comando XLPARSE2/XLSTABLE:

  • ha lo stesso obiettivo di XLSTABLE: quello di generare un file fisico partendo da un foglio Excel
  • a livello job ha gli stessi prerequisiti di XLSTABLE
  • ha gli stessi parametri di XLSTABLE
  • ma fornisce prestazioni nettamente migliori di XLSTABLE con fogli Excel di piccole dimensioni e prestazioni equiparabili a XLSTABLE con fogli Excel di più grandi dimensioni

La differenza tra di loro sta nel metodo utilizzato per caricare i dati nel file fisico generato:

  • Entrambi i comandi sfruttano il comando XLSCONVERT per fare il parsing del foglio Excel e per generare in QTEMP il file XLSOUTF contenente i dati del foglio Excel, ma
  • mentre XLSTABLE crea in QTEMP un programma ILE-RPG che poi invoca per caricare i dati nel file fisico,
  • XLSTABLE2 usa il comando di sistema CPYFRMIMPF per caricare i dati nel file fisico.

I vantaggi di usare XLSTABLE2 anzichè XLSTABLE sono:

  1. Con il comando XLSTABLE2 non è necessario avere il compilatore ILE-RPG IV. Quindi XLSTABLE2 può funzionare su un sistema privo di compilatori:
    1. Si installa XLPARSE2 su di un sistema co il compilatore ILE-RPG IV
    2. Si salva la libreria XLPARSE2
    3. Si ripristina la libreria XLPARSE2 sul sistema senza compilatori
    4. Su quest'ultimo sistema si esegue il comando XLPARSE2/INSTALL
  2. Inoltre è molto facile cambiare il tracciato record del file fisico generato da XLSTABLE2 per meglio adeguarlo a necessità locali. Vedi più avanti.


2- Fogli Excel contenenti formule

I valori calcolati da formule possono avere problemi di conversione. Un modo semplice per superare tali problemi è documentato in questo paragrafo.

3- Come migliorare il tracciato record del file fisico

Quando si crea per la prima volta o si ricrea con XLSTABLE2 (parametro CRTFILE(*YES)) un file fisico da un foglio Excel, i campi del tracciato record del file fisico vengono definiti allo stesso modo in cui avverrebbe con il comando XLSTABLE e cioè:

  • Ai campi vengono assegnati i nomi FLD1, FLD2, e così via.
  • Le colonne dell foglio Excel che contengono solo dati numerici generano campi di tipo Zoned Decimal di 30 cifre di cui 6 decimal (30S 6)
  • Le altre colonne generano campi Carattere, tipo dati (A), di una lunghezza sufficiente a rappresentare il caso più esteso.
  • Il membro delle DDS utilizzato per generare il file fisico (PHY) ha lo stesso nome del file e si trova nel file QDDSSRC della libreria in cui sta il file PHY.

Una volta che il file PHY è stato generato, è possibile ricrearlo dopo aver variato le DDS con le regole seguenti:

  • Ai campi si possono assegnare qualunque nome
  • NON SI DEVE alterare la sequenza dei campi
  • Ai campi di tipo A non si può cambiare il tipo dati, ma si può aumentarne la lunghezza
  • Con i campi numerici (tipo dati Zoned) è possibile:
    • cambiare il tipo dati Zoned Decimal (S) in un altro tipo dati numerico, cambiare il numero di cifre, ed il numero di cifre decimal, OPPURE
    • cambiare il tipo dati in Carattere (A) fornendolo di una appropriata lunghezza
  • E' possibile specificare campi chiave

Una volta che il file PHY è stato ricreato, si può eseguire nuovamente XLSTABLE2 verso di esso, specificando CRTFILE(*NO).